Un bel palestrato con gli addominali tirati era quello che mancava nella collezione delle figurine di questa troia spericolata che lo scappella in bocca e losucchia come una vera maiala, mai aveva incontrato una troia di tale portata che si getta sul cazzone sbocchinandoglielo con foca e quando apre le cosce e glielo infila, sentirla così bagnata e fremente è un vero godimento. Calvalcata come una zoccola, scopata come una pelanda, sbattuta come una cagna in cerca di piacere, è solo una scopata, ma una super scopata da competizione. Alla matura piacciono gli uccelli giovani e se li usano così, deve fottere solo coi ragazzini d’ora in avanti, per essere sfondata.